Segui Leila su:

LEILA SU REPUBBLICA BOLOGNA

Articolo di: Caterina Giusberti
Pubblicato il: 4 marzo 2016 su Repubblica Sera
Permalink: clicca qui

Dal trapano ai giochi: a Bologna apre la biblioteca degli oggetti

Si chiama Leila e sabato inaugura dentro la Velostazione delle bici: al posto dei libri, tante cose che possono servire ogni giorno

di CATERINA GIUSBERTI

BOLOGNA – Sono biblioteche, eppure dentro non ci sono libri. Per entrare bisogna fare la tessera, ma non importa fare silenzio. Sopra gli scaffali di legno si possono trovare zaini da campeggio, frullatori, pompe da bicicletta, giochi da tavola, macchine per fare il pane, c’è persino un paio di sci. Ma c’è anche chi ha catalogato foglie, pezzettini di legno e di vetro, terra, sabbie, farine per fare il pane, argille. Oggetti che si possono toccare, ma sono difficili da sfogliare. Più che a studiare, insegnano a sporcarsi le mani, a sperimentare, giocare. Perché chi l’ha detto, alla fine, che per imparare non servono le mani? È una primavera di biblioteche senza libri, questa, a Bologna.

Biblioteche senza libri. C’è Leila, la biblioteca degli oggetti che non servono più, che inaugurerà da Dynamo sabato prossimo, il 16 aprile. Poi c’è la Borsa di Bo, che ha aperto i battenti a marzo nella sede della cooperativa Eta Beta di via del Battirame, in zona Roveri. È una “biblioteca di materiali naturali” alla quale finora hanno aderito una ventina di scuole cittadine: la tessera costa da 50 a 200 euro e dà diritto a un certo quantitativo di ore da passare tra i materiali. Lo spazio, che si trova nei locali dell’ex centro sociale Livello, in zona Roveri, si può visitare ogni giovedì, dalle 14,30 alle 16,30, su appuntamento. I laboratori, per il momento aperti solo alle scuole per bambini da zero a dieci anni, si possono svolgere in quattro settori: costruzione (con legni, sassi e argilla), coltivazione (con terra e compost), trasformazione (con vetro riciclato, carta e tessuti) e manipolazione (usando argilla e farine).

Bologna, dallo zaino al frullatore: se ti serve, la biblioteca te lo presta

E’ una biblioteca che funziona come tutte le altre. Ma al posto dei libri ci sono gli oggetti: un trapano, degli sci, un gioco da tavolo, uno zaino da campeggio e così via. Apre sabato 16 aprile a Bologna Leila, una vera e propria biblioteca degli oggetti per donare o prendere in prestito delle cose che servono nella vita di tutti i giorni. Il progetto sarà ospetato da Dynamo, la velostazione di Bologna, un bello spazio aperto alcuni mesi fa dove parcheggiare le bici in sicurezza, noleggiarle o farle riparare.

Portate un oggetto. Da Leila invece ci possono andare tutti e la tessera annuale costa dai 25 ai 50 euro. Per sottoscriverla bisogna contribuire portando un oggetto che si usa poco e che, allo scadere dell’anno, torna nelle mani del proprietario. La durata del prestito, invece, dipende: va da una settimana a un mese. “Questo progetto — spiega uno dei sei fondatori, Antonio Beraldi, 35 anni, che nella vita fa il coordinatore di una comunità di accoglienza — è nato in Germania nel 2010, io ho pensato: perché non farlo anche a Bologna?”. Così hanno firmato un patto di collaborazione con il Comune e il Quartiere San Vitale, ricevendo in cambio un contributo di mille euro e uno spazio nella Velostazione. “Anche se non si parla di biciclette il progetto ci è piaciuto molto — spiega una delle mamme di Dinamo, Simona Larghetti — perché è vicino ai nostri valori”.

Sabato comincia la festa. Per ora Leila sarà aperta due giorni a settimana, il martedì e il sabato, dalle 15.30 alle 20.30. Un’assicurazione vera e propria non esiste, ma il regolamento prevede che, se si rompe un oggetto, il responsabile del danno provveda ad aggiustarlo, o a ricomprarlo. E comunque, una parte degli incassi delle tessere finirà in un fondo di solidarietà, nel caso in cui, spiega Beraldi, “qualcuno dovesse sparire con il trapano e non farsi più vedere”. Sabato la prima parte del pomeriggio sarà dedicata alla consegna degli oggetti e ai tesseramenti, poi dalle 18.30 Leila scoprirà i suoi oggetti, e comincerà la festa. Ovviamente in biblioteca.

 

galleria fotografica

Related Posts

Leave a Reply

La Condivisione
per crescere
ha bisogno
anche di te.

------------
CONTRIBUISCI
AL PROGETTO!

 
FALLO ORA
www.leila-bologna.it - info@leila-bologna.it
close-link