Segui Leila su:

L'IDEA LEILA

l'ispirazione, il progetto, il network, la mission, i vantaggi

Vuoi maggiori informazioni sul progetto Leila?

Contattaci se pensi che questa idea possa essere replicabile nella tua zona.
Il Progetto Leila Bologna

CONDIVIDI

L’idea alla base di Leila è quella di promuovere la cultura della condivisione.

In fondo abbiamo bisogno di utilizzare, non di possedere.

Abbiamo creato delle “biblioteche” che ospitano oggetti, messi a disposizione di chi decide di partecipare al progetto. In cambio si può prendere in prestito tutto ciò che altri hanno messo a disposizione.

Grazie a questa semplice idea riusciamo ad agire concretamente ogni giorno su tematiche attuali come:   

L’economia –  la condivisione fa sì che ogni oggetto venga utilizzato a pieno. Basta pensare che un trapano viene impiegato in media solo 7 minuti rispetto alle sue possibilità. Questo significa anche risparmio economico: evito di acquistare un prodotto che per la maggior parte del tempo non utilizzerò.

L’ecologia – se acquisto solo ciò di cui ho davvero necessità, evito di “produrre” i inquinamento dovuto al successivo smaltimento di quel prodotto, oltre che ad allungare la vita di utilizzo dell’oggetto stesso.

La cultura – condividere favorisce l’esercizio della fiducia. La riflessione sull’idea di possesso in favore dell’utilizzo, aiuta a restituire un valore agli oggetti e alle relazioni che ne scaturiscono.

 

“La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande”

Con Leila ci si fida l'uno dell'altro

LA MISSION

Crediamo, e abbiamo verificato, che questa iniziativa abbia due punti forti:

il benessere che scaturisce dal sentirsi in rete con gli altri, genera solidarietà e allontana il sentimento di solitudine, che troppo spesso è una caratteristica delle metropoli, veloci e dinamiche rispetto ai tempi individuali.

L’altro elemento è la voglia di fare insieme generato dalla fiducia e della solidarietà. La comunità che abbiamo costruito attorno all’idea delle biblioteche degli oggetti, ha dato vita ad un secondo ramo della condivisione: il Leila CiapLab, un laboratorio di saperi condivisi.

Siamo partiti con dei piccoli workshop di falegnameria per bambini, poi nella primavera del 2018, ha debuttato in città la Leila CiapLab su gomma. Una Cargo Bike, due allestimenti: un’officina ambulante che porta in giro laboratori multitematici e opportunità di autoriparazione; l’altro allestimento, “I Giochi di Pippo”, per la condivisione di giocattoli nelle aree pedonali.

Tutti accomunati dagli stessi obiettivi

IL NETWORK

Non siamo soli! Leila è presente anche oltralpe: Berlino, Vienna, Lipsia, Innsbruck, Londra, Regno Unito, Toronto, Praga e altri. Ad oggi i progetti attivi sono 23.

Tutti con lo stesso obiettivo, ossia quello di condividere!

Siamo in network con Berlino e Vienna da quando abbiamo mosso i primi passi, grazie alle loro linee guida siamo riusciti nell’intento di portare questo servizio in città.

Lo scambio di email e i continui aggiornamenti ci hanno permesso di entrare il contatto con il loro mondo e tutto questo ci ha fatto crescere.

La rete che si allarga.

Nel 2017 grazie ad una bellissima sinergia con il Comune di Formigine, abbiamo coordinato e formato un gruppo di volontari che, dopo un percorso fatto di incontri, workshop, conoscenza del territorio e tanto confronto, ha aperto il secondo Leila in Italia: Leila Formigine.

 

BERLINO: http://leila-berlin.de

VIENNA: http://www.leihladen.at/wp/

LIPSIA: http://leila-leipzig.de

TORONTO:https://torontotoollibrary.com/ourlocationandhour/

PRAGA:http://www.libraryofthings.cz/

LONDRA: https://www.libraryofthings.co.uk/

REGNO UNITO: https://sharefrome.org/

OXFORD: https://shareoxford.org/

FORMIGINE: https://www.facebook.com/Leila-Formigine-La-Biblioteca-degli-oggetti-1700863296888014/

Vogliamo coinvolgere i cittadini a partecipare

PARTECIPA

Leila Bologna vuole essere uno strumento capace di connettere singoli abitanti. Siamo convinti che la diffidenza, la sfiducia, la disillusione di un mondo migliore, siano i costi della non partecipazione al bene comune. La cultura della condivisione può essere uno strumento capace di ridare centralità agli abitanti, spronando a collaborare per risolvere alcuni dei problemi che affliggono la quotidianità. Problemi dettati da una crisi che non è meramente economica. Vogliamo che il nostro progetto si alimenti attraverso il coinvolgimento dei cittadini che vogliono riappropriarsi del significato profondo di democrazia partecipativa e cittadinanza attiva.

0
OGGETTI CONDIVISI
0
TESSERE RILASCIATE
3
COLLABORAZIONI ATTIVE
0
VISITATORI MENSILI ONLINE

Hai voglia di dare una mano? Scrivi o passa a trovarci!

Leila è sempre alla ricerca di persone curiose e volenterose. Contattaci!

Ti stiamo aspettando. Attiva la condivisione.

Partecipa al cambiamento. Sostieni l'associazione. Partecipa!