Segui Leila su:

Antonio Beraldi

Ho voluto portare Leila a Bologna perché questo progetto mi rappresenta moltissimo, parla di relazioni che si intrecciano e di invisibili interazioni concrete.
Parla di sfide che nascono dalla creatività di un corto circuito e dalla curiosità di vedere come va.
Parla con e di tutti. Parla del paradosso che nasce quando le cose che possediamo ci posseggono.
Ogni giorno faccio il mio lavoro di coordinatore di comunità e di counselor sistemico relazionale convinto che il mondo possa essere visto e vissuto da punti di vista differenti e voglio conoscerli, mi affascinano. Leila cuce tante cose di me perché è insieme un arrivo e una partenza. Perché è un’idea semplice e leggera, ma capace di smuovere.
La condivisione è un esperienza di fiducia  che pian piano è diventata la cornice dentro cui faccio le mie scelte.

Contatta Antonio